DIMENSIONE CULTURALE ED EDUCATIVA

dimesiunea-culturala-2

3. Una maggiore visibilità della minoranza italiana di Romania.

Una visibilità maggiore per la minoranza italiana di Romania e il riconoscimento dei suoi valori rappresentano una preoccupazione costante. Attraverso le relazioni istituzionali e i contributi personali, ho sostenuto e sostengo l’attività dell’Associazione degli Italiani di Romania – RO.AS.IT., realizzando progetti importanti in “madrepatria”. Il legame con l’Italia è vitale per noi che apparteniamo alla minoranza italiana, per mantenere in vita lo spirito di appartenenza all’etnia italiana, e il progetto itinerante “Dall’immigrazione all’integrazione” ne è un esempio.

Un ruolo importante nella crescita della visibilità della minoranza italiana di Romania è giocato dal consolidamento degli eventi culturali (come il festival interetnico “Confluenze”) o dall’apparizione costante di pubblicazioni atte a promuovere le tradizioni e il presente della comunità (come Siamo di nuovo insieme o Piazza Romana). A tutto questo si aggiungono gli sforzi costanti nella promozione del patrimonio culturale materiale della minoranza italiana di Romania, che si tratti di lingua, musica, arte dello spettacolo, danze tradizionali, arte plastica, arte fotografica, architettura, scienze esatte, letteratura, pratiche sociali e religiose o eventi festivi, di tradizione gastronomica.

Ricordando le parole di Giovenale in una delle sue satire, “Orandum est ut sit mens sana in corpore sano”, lo sport rappresenta una costante preoccupazione per noi, membri della minoranza italiana, un’attività che non può mancare nella vita della comunità. Grazie ai programmi e ai progetti in cui l’associazione è implicata, continueremo a conservare e a sviluppare lo spirito competitivo dei nostri membri e m’impegnerò personalmente nel dare nuovo vigore alle attività divenute tradizionali.

4. Promozione della madrelingua italiana nell’ambito del sistema scolastico romeno

Lo studio in lingua materna è stato, è e sarà una mia priorità, e le azioni intraprese per il suo sviluppo rappresentano un elemento costante della mia attività parlamentare. Mi sono impegnato e m’impegnerò in modo permanente nel mantenere strette relazioni con le unità educative pilota in questo tipo di sistema d’istruzione. Sono stato presente agli eventi importanti della vita delle unità educative e ho sostenuto il corpo docenti e gli alunni nei progetti svolti. Abbiamo ottenuto molti risultati ma forse il più importante finora, oltre all’introduzione dello studio obbligatorio in lingua materna italiana, è stata l’organizzazione delle olimpiadi nazionali di lingua materna italiana.

5. Sostengo la digitalizzazione della Romania e seguirò il sviluppo della legislazione riguardante l’identificazione elettronica

Negli ultimi anni, l’importanza dell’uso di internet, del computer e di tutti gli strumenti elettronici chiamati genericamente “nuove tecnologie” è cresciuta. La preparazione per l’inevitabile trasformazione digitale della società è e sarà una parte importante dell’attività parlamentare. In molti ambiti della vita sociale, l’attività si svolge online e il bisogno di sicurezza digitale è cresciuto esponenzialmente. In questo senso ho cercato di migliorare la legislazione in materia. Attraverso i miei interventi di natura legislativa, ho cercato di offrire un contributo a una migliore definizione di alcuni strumenti elettronici utilizzati dal vasto pubblico e implicitamente dai membri della minoranza italiana, come sarebbero: la firma elettronica, il suo utilizzo, il documento elettronico, la natura giuridica del documento elettronico, il marchio elettronico, come anche gli altri aspetti legati all’identificazione elettronica nel suo insieme, perché sia priva di equivoci. Mi occuperò di tutto questo con atteggiamento rigoroso, affinché la digitalizzazione della Romania, di cui sono un sostenitore, non crei anomalie.