DIMENSIONE DIPLOMATICA, ECONOMICA E SOCIALE

dimesiunea-diplomatica2

6. Mantenimento di strette relazioni con la “madrepatria”.

La diplomazia parlamentare rappresenta un potente strumento che implica un contatto permanente, tanto con le autorità dello Stato Italiano quanto anche con la rappresentanza diplomatica dello Stato Italiano a Bucarest. Sostenere l’approfondimento del Partenariato Strategico Consolidato, specialmente in ambito politico, della sicurezza e della difesa, economico, culturale ed educativo, costituisce un interesse reale.

Un evento di grande importanza e dalla grande carica simbolica, in questo senso, è stato il vernissage della mostra “140 anni di relazioni diplomatiche tra Romania e Italia” del dicembre 2019. Questa straordinaria esposizione ha offerto al pubblico alcuni esempi di documenti importanti che testimoniano i rapporti diplomatici tra i due paesi durante più di un secolo.

Allo stesso tempo, la difesa del diritto alla libera iniziativa, alla proprietà privata come anche i legami tradizionali con la comunità degli imprenditori italiani di Romania, rappresentano progetti futuri.

7. Una maggiore visibilità della minoranza italiana sul piano nazionale ed europeo.

L’appartenenza al Partito Democratico Europeo è ugualmente importante, come modalità per esprimere idee e progetti a livello europeo. In veste di organizzazione appartenente ai cittadini della minoranza italiana nazionale, militiamo per un’Europa unita e civile, un’Europa più sicura, per libertà, democrazia, prosperità, per la difesa dello stato di diritto come anche per i diritti delle minoranza nazionali. La minoranza italiana di Romania ha fatto sentire la propria voce lì, dove si prendono decisioni importanti riguardanti il futuro dell’intero continente.

8. Attività parlamentare a favore della minoranza italiana e della Romania

Finora, durante il primo mandato, ho sostenuto 62 interventi, 12 dichiarazioni pubbliche, 34 proposte legislative avviate, tra cui 14 leggi promulgare, 10 interrogazioni e interpellanze parlamentari. Ho presentato gli eventi principali che caratterizzano la vita della minoranza italiana, dei cui interessi mi sono occupo in modo costante, perfino quando la mia attività concerneva l’ambito legislativo generale, perché tutto ciò che riguarda la Romania, implica automaticamente anche il futuro della comunità etnica italiana, di cui continuerò a difendere i diritti.

Il diritto all’identità della minoranza italiana di Romania, alla conservazione, allo sviluppo e all’espressione la propria identità etnica, culturale, linguistica e religiosa si costituiste in questo modo come un riferimento per l’intera attività parlamentare, presente e futura.

Il periodo a venire ci metterà di fronte a grandi provocazioni socio-economiche post pandemia di COVID-19 e il Parlamento giocherà un ruolo importante, che si tratti del piano nazionale di ripresa e resilienza o della preparazione alla transizione verde e digitale.

Tenendo conto degli interessi della minoranza italiana di Romania, dei cittadini romeni, europei, durante questo processo di consolidamento dello stato di diritto, democratico e sociale, la dignità dell’uomo, i diritti e le libertà dei cittadini, il libero sviluppo della personalità umana, la giustizia e il pluralismo politico rappresentano valori supremi che difenderò con la mia attività parlamentare e di pubblica diplomazia.