dante-alighieri-sep2020-2

Inizio d’anno scolastico atipico al liceo “Dante Alighieri”

Ospite sempre accogliente, il liceo “Dante Alighieri” ha aperto le sue porte a importanti personalità ufficiali e a un gruppo di alunni, che hanno partecipato a un evento del tutto inedito per quest’anno scolastico, svoltosi forzatamente nelle condizioni speciali imposte dalle restrizioni nazionali durante la pandemia di coronavirus.

La manifestazione svoltasi l’11 di settembre, è stata organizzata grazie all’impegno del deputato Andi-Gabriel Grosaru, rappresentante della minoranza italiana al Parlamento della Romania, che ha voluto garantire alla direzione della scuola tutto il proprio sostegno per quest’anno scolastico particolarmente difficile. Per la prima volta, a un evento del genere hanno preso parte anche i rappresentanti delle due Chiese, ortodossa e romano-cattolica.

La signora direttrice, Maria Dan, ha accolto Sua Eccellenza, il signor Marco Giungi, Ambasciatore della Repubblica Italiana in Romania, S.Em Cornel Damian – Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi romano-cattolica di Bucarest, S.Em Costin Spiridon – consigliere patriarcale presso l’Arcidiocesi di Bucarest e la signora Ioana Grosaru – presidente dell’Associazione degli Italiani di Romania – RO.AS.IT.

Dopo la benedizione ricevuta dai rappresentanti delle sue Chiese e una preghiera recitata in lingua italiana, ha preso la parola S.E. Marco Giungi. “Non ci aspettavamo un simile inizio d’anno scolastico. Non sarà un anno normale, perché non è stato ancora trovato un vaccino sicuro ed efficace. Dobbiamo abituarci a questa situazione, rispettare le regole. Tutto si riduce al comportamento individuale”, ha dichiarato il diplomatico, ponendo l’accento sul ruolo fondamentale della scuola nella formazione dello spirito critico e nella capacità di comprendere a fondo, soprattutto nell’ambito del quotidiano bombardamento di notizie false cui siamo sottoposti. “Voglio augurarvi un anno che sia… il più normale possibile”, ha concluso il signor Ambasciatore.

“Oggi viviamo un momento emozionante, un momento speciale che ognuno sente a suo modo. Ci sono le emozioni di un nuovo inizio, quelle legate a nuove provocazioni, al desiderio di riuscire ad aiutare questi bambini all’interno di un sistema educativo in pieno cambiamento e non privo di problemi”, ha dichiarato il deputato Andi-Gabriel Grosaru, il cui intervento però ha avuto un tono ottimista: “Insieme ce la faremo. Ognuno dei presenti costituisce un anello importante nel partenariato per il successo dei nostri figli. All’interno di un sistema educativo sempre più centralizzato, possiamo farcela soltanto unendo le forze. È necessario che ciascuno di noi sia attivo e impegnato nello sviluppo della scuola”.

Alla “Dante Alighieri”, così come ha osservato il rappresentante della minoranza italiana al Parlamento della Romania, ogni bambino, a prescindere dall’etnia, ha la possibilità di trovare un ambiente propizio al proprio sviluppo come persona creativa e autonoma: “I valori promossi qui, che si tratti responsabilità, fiducia, tolleranza o multilinguismo, spirito civico sono essenziali per la costruzione di una società migliore”. Alla fine del suo intervento, il signor Andi-Gabriel Grosaru ha garantito agli alunni e agli insegnanti della “Dante” il proprio coinvolgimento e il sostegno dell’Associazione degli Italiani di Romania – RO.AS.IT. in merito alla promozione e alla continuità di uno studio di qualità elevata, poiché l’istruzione rappresenta la pietra miliare di qualsiasi società civile, duratura e sana.

Alla fine, la signora direttrice Dan ha ringraziato i partecipanti per “questa comunione di anime”.

L’Associazione degli Italiani di Romania – RO.AS.IT. augura salute, energia e successo per il nuovo anno scolastico ad alunni e insegnanti.

Comments are closed.